Azienda Agricola Josetta Saffirio 2018-06-19T18:12:04+00:00

Azienda Agricola Josetta Saffirio

Row

A dieci minuti da Barolo, sulla sommità di una collina, c’è una strada che vi porterà dritti verso una cantina, una degustazione, un’azienda agricola tra le vigne

Siamo a Castelletto, una località di Monforte d’Alba, uno degli undici comuni di produzione del Barolo. È tra queste colline coperte di vigne che nasce l’Azienda Agricola Josetta Saffirio, che da due secoli racconta la sua storia attraverso i suoi vini.

Lavorare i vigneti è un’arte, capace di plasmare un territorio con amore e dedizione, in una rara sinergia tra la passione dell’uomo e una terra generosa.

Row

Josetta Saffirio affonda le sue radici nelle Langhe

Le Langhe, terra di produzione di alcuni dei più pregiati vini italiani, come il Barbera, il Nebbiolo e il re dei vini: il Barolo. Sulla collina di Castelletto, per un totale di cinque ettari di vigneto principalmente vitati a Nebbiolo, Josetta Saffirio coltiva le sue vigne e, vendemmia dopo vendemmia, racconta una storia di eccellenza.
La cantina è perfettamente integrata nel paesaggio, isolata con sughero naturale e ha ottenuto la certificazione biologica e sostenibile lavorando da oltre dieci anni con cura e amore per l’ambiente in ognuna delle fasi del processo produttivo.

Lo gnomo, emblema dell’azienda fin dai tempi di Ernesto, padre di Josetta e nonno di Sara, figlia d’arte e ultima esponente della famiglia Saffirio, è raffigurato sulle etichette dei vini di produzione della cantina e continua ad affascinare le nuove generazioni.

E il vino? Che grande gioia, il vino

Le Langhe poi, sono il luogo giusto: i grappoli riempiono i filari, pronti per la vendemmia.

Row

I vini di Josetta Saffirio

Barolo DOCG

Josetta Saffirio produce uno tra i migliori nettari del pianeta: il Barolo. Colore rosso rubino, profumo intenso e gusto pieno: queste sono le caratteristiche fondamentali per un vero Barolo DOCG.

Va menzionato il Barolo Riserva Millenovecento48, che proviene da una vigna piantata subito dopo la guerra, che ricava la sua potenzialità dalla vecchiaia delle piante, le cui radici affondano in profondità dando rese bassissime. Nasce così un vino di grande struttura, che è compagno ideale di carni e formaggi.

Barolo Riserva Millenovecento48
Barolo Persiera

Anche il Barolo Persiera ha una sua personalità: il profumo di rosa e fragole di bosco si fonde con le note speziate tipiche del Barolo.

La Barbera d’Alba è un gran bel rosso, la cui vinificazione avviene tramite la pigiatura soffice dell’uva, raccolta a mano con amore e dedizione, per dare vita al compagno ideale dei migliori piatti della cucina tipica piemontese.

Barbera d’Alba
Langhe Nebbiolo

Anche il Langhe Nebbiolo ben si sposa con i formaggi stagionati delle Langhe ed è un vino di grande nettezza olfattiva, che regala sensazioni vellutate e piacevoli sul palato.

Ma i bianchi non sono da meno. Il Langhe Rossese Bianco, vino dalla spiccata personalità, regala un bouquet agrumato ed è originario delle Cinque Terre.

Langhe Rossese Bianco
Langhe Rosato

È invece tipico del vitigno Nebbiolo il Langhe Rosato, dal profumo fresco che inebria i sensi grazie alle note esotiche e alle nuances agrumate.

Il Nebbiolo d’Alba Spumante Rosè Metodo Classico è compagno ideale di aperitivi e le sue bollicine lo rendono perfetto per un brindisi. La città di Alba, capitale delle Langhe, ha dedicato a tutti gli spumanti a base di Nebbiolo l’evento Nebbiolo Noblesse, una degustazione tutta di bollicine.

Nebbiolo d’Alba Spumante Rosè Metodo Classico
Moscato d’Asti

E, da abbinare a un bunet o alla tradizionale torta di nocciole delle Langhe, c’è il Moscato d’Asti, elegante e fresco, vino ideale da fine pasto.

Ma le uve di Josetta Saffirio non sono tutte destinate alla produzione di vino: la Grappa di Barolo, infatti, viene distillata in piccoli alambicchi di rame mediante vapore ed è ottenuta da vinacce provenienti dai vigneti delle zone di produzione del Barolo.

Grappa di Barolo
Row

Adotta un filare di Josetta Saffirio

Iscrivendosi all’iniziativa sarà possibile vivere in prima persona l’esperienza di coltivare, far crescere e produrre il proprio vino.
Adottare uno dei filari delle vigne di Castelletto diventerà un’esperienza unica e irripetibile e vi permetterà di degustare un vero Barolo DOCG che voi stessi avete contribuito a far nascere.